fbpx

Recent News

Read the latest news and stories.

Cosa significa sito web non sicuro Cosa significa sito web non sicuro

Cosa significa sito web non sicuro e come risolvere

Sapere cosa significa “sito web non sicuro”, è fondamentale sia se si naviga semplicemente, sia se si possiede un proprio sito web. Si tratta di una dicitura che i browser come Chrome o Firefox spesso fanno apparire, in caso di accesso o navigazione in siti non protetti. Vogliamo chiarirlo subito: un sito non sicuro non è un sito pericoloso che potrebbe installare virus o malware sul nostro computer. In un sito non sicuro sono piuttosto i nostri dati ( cioè quelli eventualmente immessi su quel portale durante ad esempio un login) a divenire facilmente riconoscibili e estraibili da terzi.
Ma vediamo meglio qui sotto il significato di ciò.

LEGGI ANCHE: Restyling sito web: 4 motivi per cambiare il tuo sito ORA!

Cosa significa sito web non sicuro?

La dicitura “sito web non sicuro” indica un problema di comunicazione a monte tra il dispositivo che stiamo utilizzando (pc, smartphone) ed il sito stesso. In altri termini, la comunicazione tra i due potrebbe non essere crittografata, cioè privata. Il problema si presenta soprattutto se visitiamo siti dove dobbiamo inserire credenziali (user e/o password) o altri dati sensibili (data di nascita, numero di cellulare, indirizzi vari). In questo caso, il sito non dialoga con noi attraverso un canale di comunicazione criptato (cioè indecifrabile) ma stiamo trasmettendo i nostri dati in chiaro. Chi può leggere questi dati? Semplice: il proprietario di un sito, il proprietario di un servizio Wi-Fi free ecc…
Solitamente, il problema si presenta nel momento in cui un sito utilizza il protocollo HTTP (un canale di comunicazione non criptato) a discapito dell’HTTPS, un canale di comunicazione più sicuro. Un protocollo, cioè. che cripta i dati scambiati tra utente e sito e consente di non renderli decifrabili a nessuno.

Cosa significa “la connessione non è privata”?

Può capitare che, durante la navigazione di un sito, appaia su Chrome la scritta “La connessione non è privata”. Beh, questo ha lo stesso significato di “sito web non sicuro”. In questo frangente, Google consiglia sempre di abbandonare la pagina per evitare di fornire informazioni sensibili ad utenti ipoteticamente malintenzionati. In modo particolare se si tratta di siti quali e-commerce, siti con form di iscrizione a newsletter, con form per invio di curriculum etc.. Portali, dunque, che richiedono l’immissione di dati strettamente personali.

LEGGI ANCHE: Sito lento a caricare? Cause e soluzioni ipotetiche

Come modificare il protocollo da HTTP a HTTPS?

Dal 2017, Google ha espressamente richiesto a tutti i siti di effettuare il passaggio di protocollo da HTTP a HTTPS. Cioè da un protocollo poco sicuro a crittografato. Se sei proprietario di un sito che non ha ancora effettuato la transizione, ecco i passaggi da seguire per stabilire una connessione protetta:

  • Richiedi il certificato SSL al tuo hosting. Questo serve a stabilire una connessione crittografata tra browser/pc e server;
  • Imposta il reindirizzamento da HTTP a HTTPS a tutte le pagine del sito, impostando il Redirect 301;
  • Verifica il reindirizzamento di tutte le pagine su Google Search Console e Google Analytics;
  • Aggiorna la sitemap del sito.

Solitamente questi processi sono compito del webmaster, ma ci si può affidare anche ad un’agenzia web in grado di aiutarti a rendere il tuo sito più sicuro! Contattaci ora se hai problemi di sicurezza o se non hai ancora fatto la transizione!

You may also like