Recent News

Read the latest news and stories.

quale estensione del dominio scegliere quale estensione del dominio scegliere

Estensione del dominio di primo livello: sei più da .it o da .com?

Hai deciso di aprire un sito web e non sai quale estensione del dominio scegliere? Partiamo da una premessa fondamentale: quando si mette in piedi un sito, è necessario scegliere il proprio nome dominio. Per intenderci, la porzione di testo che segue il classico “www” e termina con il “.it” o “.com”. (Il nome dominio del nostro sito, ad esempio, è alcolab), Scelto il nome del dominio, che deve essere il più possibile semplice, informativo e d’impatto, subentra l’estensione del dominio. Per intenderci il suffisso che segue il nome prescelto (il nostro è .it). La scelta non va mai fatta a casaccio e per due motivi. Il primo ha a che fare con la regolamentazione dell’estensione. Se tu, ad esempio, scegli il suffisso “.com” per il tuo dominio, sappi che si tratta di un’estensione di matrice americana e che deve sottostare alle leggi degli Stati Uniti. Di contro, usando il “.it”, e trattandosi di un suffisso italiano, la matrice della legislazione è legata al nostro Paese.
In secondo luogo, scegliere il sottodominio perfetto è importante anche per la visibilità del nostro sito, e le sue prestazioni.
Assodato questo, ecco quale estensione del dominio scegliere per il tuo portale e soprattutto quali sono i 4 più usati.

LEGGI ANCHE: Tipi di siti web: blog, sito vetrina, forum…

Quale estensione del dominio scegliere: .com

Partiamo dal “.com”, una delle estensioni più utilizzate al mondo. In passato gli imprenditori digitali se ne servivano prettamente per scopi commerciali, anche se adesso non è più così. Scegliere come suffisso il .com ha alcuni vantaggi. Innanzitutto il fattore popolarità: tutti, associano il .com ad un sito web, per cui è divenuto ormai gergo popolare. Inoltre, pare che usare questa estensione serva anche lato SEO. Da un punto di vista di backlinks (link che rimandano al tuo sito e che accrescono la tua visibilità e posizionamento su Google), pare che i siti con questo suffisso detengano un’autorevolezza senza eguali per i motori di ricerca. Ma, come detto, il .com è un’estensione di matrice americana, per cui usandolo dovresti rispettare precise legislazioni e tasse dettate dagli Stati Uniti.

Quale estensione del dominio scegliere: .it

I tradizionalisti del web non riescono a rinunciare al .it. Non a caso parliamo dell’estensione più popolare in Italia. Per servirti di questo suffisso è bene che tu sappia una cosa: puoi aprire un sito internet per pubblicizzare ciò che desideri, ma devi necessariamente essere residente nel nostro Paese o avviare il tuo business qui. Solitamente, questa estensione viene usata principalmente da chi vuole identificare il proprio brand con il territorio, o da chi ha avviato un’attività di portata solo nazionale. In caso contrario, forse, perderebbe un po’ di senso.

Quale estensione del dominio scegliere: .org

L’estensione .org è un dominio di primo livello originario, ciò significa che detiene un’autorevolezza al pari del .com. È usanza servirsene, in particolar modo, per siti di organizzazioni no-profit ma anche per portali dedicati a partiti politici o a personalità di spicco. (Anche se questa non è la regola!). Certo è che, se disponi di un e-commerce e vuoi vendere, forse il .org non è proprio la scelta migliore, dato che lo si identifica spesso con organizzazioni benefiche. Tuttavia, essendo meno popolare rispetto al .com ma ugualmente influente, può aiutarti nel posizionamento lato SEO del tuo sito.

LEGGI ANCHE: Perché avere un sito web: 5 buoni motivi che ti stupiranno

Quale estensione del dominio scegliere: .co

Il .co è un dominio di primo livello che ti stupisce? Non avevamo dubbi! Nato inizialmente come dominio identificativo della Colombia, in breve tempo è diventato di portata internazionale. Solitamente viene usato da start up, imprese commerciali molto piccole o da chi desidera un suffisso fresco, breve e particolare. Essendo poco popolare, in particolar modo in Italia, potrebbe non godere dell’affidabilità più tipica di un .com o di un .it. Tuttavia il .co ha dalla sua il fatto di esser molto economico, proprio perché poco blasonato.

You may also like

Comments

No Comments

    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.