quanto si guadagna con youtube

Quanto si guadagna con YouTube: la risposta definitiva

Quanto si guadagna con YouTube? Sia che tu voglia diventare youtuber, sia che tu voglia guadagnare sul social come azienda, sapere quanto e come paga la piattaforma di casa Google è diventata informazione essenziale anche per i soli e meri curiosi. Raggiungere le tanto ambite cifre astronomiche dei youtuber da milioni di followers è difficilissimo, te lo diciamo subito: richiede infatti, un impegno, una pazienza e un tempo praticamente indefinito. Tuttavia, se non si hanno grosse pretese (almeno all’inizio), anche YouTube consente far guadagnare qualcosina nel lungo periodo. Vediamo come.

LEGGI ANCHE: Come fare marketing con YouTube per avere più popolarità sul “tubo rosso”

Quanto si guadagna con YouTube: alcune premesse

Come di certo saprai, YouTube è un sito di video sharing dove chiunque può scegliere di aprire un proprio canale e caricare i video che preferisce. Sebbene si pensi che per guadagnare sia necessario disporre di milioni e milioni di followers, la remunerazione non si racchiude tutta lì. Non conta, infatti, solo il numero di iscritti al proprio canale ma anche e soprattutto il modo in cui i followers interagiscono con noi. Contano pertanto anche le visualizzazioni, il tipo di intrattenimento generato, il mercato a cui ci si rivolge con i propri contenuti.
Per tale ragione, per monetizzare i propri video, diventa fondamentale anche capire a chi vogliamo rivolgerci. Diventa essenziale, dunque, controllare chi è veramente il tuo pubblico, se prevalentemente maschile o femminile, che età ha, quanto guarda i tuoi video e da quali città li fruisce. In questo modo, potrai anche fornire contenuti più nicchia, rivolgendoti solo a chi ti segue veramente, senza focalizzarti su un mercato che alla fine dei conti non ti appartiene.

Come si guadagna con YouTube? Per prima cosa si avvia la Partnership

Per guadagnare con YouTube, dobbiamo necessariamente diventare partner del social stesso. Si tratta di una sorta di collaborazione che bisogna stipulare sulla base di linee guida che la piattaforma ha messo a punto per la strutturazione di un social il più possibile consono alla sua mission. Qui, trovi i requisiti che l’azienda richiede all’utente per aderire al Programma di collaborazione. Va specificato che YouTube può riservarsi l’eventualità di non accettare la tua candidatura. In tal caso, sarà praticamente impossibile monetizzare i tuoi video ( anche se si può comunque riprovare ad aderire al programma in un secondo momento).

Quanto si guadagna con YouTube: è importante guardare la pubblicità

Come di certo saprai, YouTube è una piattaforma che guadagna principalmente con la pubblicità. Hai presente gli spot che appaiono prima dell’effettivo avvio del video? Quella è la fonte di guadagno di YouTube e dell’annesso proprietario del canale. Va da sé che se la pubblicità in questione non viene guardata o viene saltata, il guadagno per lo youtuber non ci sarà. Pertanto, più gli spot vengono visti per intero, più il proprietario del canale monetizza con quel video che ti starai accingendo a guardare.
È altrettanto chiaro che conta molto anche il target a cui ci rivolgiamo: un ragazzo giovane conoscerà molto bene i modi per saltare spot ed eventuali Bumper ADS. Un pubblico un po’ più âgée tenderà di contro a fruire della pubblicità, proprio perché magari non avrà interesse di sapere come evitarla prima dell’inizio del video.

LEGGI ANCHE: Come creare un canale YouTube aziendale e perché correre a farlo

Bando alle ciance: quanto si guadagna con YouTube, pertanto?

Ebbene, proviamo ora a snocciolare qualche numero per capire quanto si guadagna con YouTube. Partiamo dal presupposto che non esiste un prezzo fisso che viene corrisposto ad ogni visualizzazione ma che molto dipende da quanto l’inserzionista è disposto a pagare per comparire prima dei tuoi video. In media, per mille visualizzazioni, YouTube paga tra i 5 e gli 8 euro lordi. Va da sé che per ottenere una cifra importante come 500 euro a video, dovrai macinare almeno 100.000 visualizzazioni. Ovviamente, la remunerazione aumenta a seconda del numero di followers e di view che un video raccoglie dopo esser stato pubblicato. Dunque, come vedi, non stiamo parlando di milioni e milioni di euro, bensì di semplici cifre dignitose.
Riassumendo: un canale normale che non stringe la partnership con YouTube non guadagna nulla; il canale che ottiene anche 500.000 visualizzazioni mensili può guadagnare qualcosina. Ma solo chi ne macina un milione e passa può certamente pensare di dedicarsi interamente a YouTube per una remunerazione più abbondante.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Blog

Articoli interessanti