cosa sono gli shoutout su instagram

Cosa sono gli shoutout su Instagram e perché sfruttarli per la tua azienda

Ne hai sentito parlare ma non hai ancora ben capito di che si tratta. Da qui, la domanda: cosa sono gli shoutout su Instagram? Chiunque possegga un proprio profilo sulla piattaforma (aziendale o meno) avrà senz’altro come obiettivo primario quello di aumentare i propri followers, e dunque la propria popolarità sul social. Tra i mezzi che spesso si utilizzano abbiamo l’acquisto dei seguaci, l’influencer marketing e strategie annesse. Ma da un po’ di tempo a questa parte, però, è divenuto molto in voga un altro strumento, quello dei cosiddetti shoutout, o meglio chiamate menzioni. Ovviamente, per i non addetti ai lavori, si tratterebbe di un termine fin troppo riduttivo e poco chiaro. Dunque, vediamo cosa sono gli shoutout su Instagram.

LEGGI ANCHE: Post su Instagram: come scriverlo per catturare più like e followers

Cosa sono gli shoutout su Instagram?

Una corretta definizione di shoutout è “contenuto di tua proprietà, che può esser foto o video, che viene pubblicato su un altro account di maggiore popolarità tramite tag o menzione”. Facciamo un esempio pratico per capirci meglio. Ammettiamo che tu abbia un’azienda che vende prodotti d’abbigliamento e che desideri accrescere il numero dei tuoi followers. Facendo qualche ricerca su internet ti imbatti in un profilo IG aziendale molto simile al tuo ma col doppio dei seguaci. (Può essere un e-commerce, un negozio che vende prodotti come i tuoi ecc…) Ecco che decidi di contattare il proprietario e di chiedergli una menzione. Può esser la condivisione di un tuo post o anche la pubblicazione di un tuo prodotto con annesso tag alla tua pagina nella caption. (Il tutto dopo una dovuta contrattazione). Ebbene, se sarai fortunato e con gli shoutout, i followers di quella pagina noteranno il tuo profilo e decideranno di seguirti.

Quante tipologie di shoutout esistono?

Ne esistono ben tre:

  • Shoutout 4 shoutout: niente meno che lo scambio di menzione. Tu menzioni un’azienda e l’altra farà lo stesso con te nel suo profilo. È cosa consueta tra pagine emergenti e molto simili, per questo ci guadagnano entrambe in termini di visibilità;
  • Tu acquisti lo shoutout: la strada più comune. Si tratta dell’acquisto di una menzione da una pagina simile alla tua ma con più seguaci;
  • Tu vendi lo shoutout: in questo caso a guadagnarci sei tu da un punto di vista economico. La versione diventa inversa: vieni contattato per fare tu stesso uno shoutout sulla tua pagina aziendale.

Cosa sono gli shoutout su Instagram: quanto costa

Il costo di uno shoutout è variabile ma comunque il prezzo è davvero irrisorio rispetto ad una sponsorizzazione in senso stretto. Si parte da un minimo di 15 euro per un post che dura 24 ore e che poi viene cancellato per arrivare a €40. Ovviamente, l’investimento può raddoppiare dipendentemente dal profilo Instagram che hai scelto dal suoi numero di seguaci, dalle interazioni dello stesso e dal settore che ricopre.

LEGGI ANCHE: Instagram Stories: cosa sono e come sfruttarle al massimo per un business

Conviene usare gli shoutout?

Secondo noi sì, in quanto aiuta una pagina Instagram emergente ad ottenere un’ottima visibilità, oltre che un maggior bacino di utenza. Senza contare che gli shoutout sono anche più economici rispetto alle classiche sponsorizzazioni. Va da sé quanto sia fondamentale servirsi di questo strumento, attuando una strategia a monte, in modo tale da collaborare con personaggi/aziende in linea con il proprio settore che possano esserci realmente utili per raggiungere i nostri obiettivi.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Blog

Articoli interessanti