fbpx

Recent News

Read the latest news and stories.

tool smart working tool smart working

Smart working: gli immancabili tool per lavorare da casa

Sei alla ricerca di tool smart working per lavorare in modo ancor più connesso con dipendenti o colleghi? Con i decreti legge di Marzo 2020 e la sempre più importante emergenza a causa del Coronavirus che ha colpito il nostro Paese, molte aziende hanno scelto di servirsi del cosiddetto smart working, per non lasciare incompiuto ogni lavoro iniziato. Una scelta che, c’è da dire, si è rivelata un vero e proprio obbligo, utile per salvaguardare non solo la salute dei dipendenti, (e quindi per contenere il contagio), ma anche per fornire un “respiro” importante agli ospedali, oramai ai limiti del collasso.
Al momento, la domanda delle domande per chi fa smart working è: quali tool usare per lavorare al meglio da casa e nella maniera più celere possibile? Ecco alcuni programmi per noi assolutamente immancabili!

LEGGI ANCHE: Mobile Commerce: cos’è, come funziona, vantaggi

Tool smart working: Google Drive e Google Calendar

Iniziamo con alcuni tool base, guarda caso forniti proprio dalla celeberrima Google. Stiamo parlando di Google Drive e Google Calendar, rispettivamente due programmi per la gestione dei file e degli appuntamenti. Il primo funge un po’ da archivio: permette, infatti, di conservare ogni tipologia di file (da quello .doc, ad un file Excel, passando per un PDF) ma anche di crearne di nuovi, da condividere poi con tutti i propri contatti.
Calendar, invece, serve a creare un calendario condiviso con tutti i membri del team, utile per appuntare conferenze, appuntamenti, eventuali assenze e così via.

Tool smart working: Slack o Skype

Per quanto riguarda, invece, la comunicazione, sappiamo che in smart working è difficile riuscire a stabilire conversazioni immediate. Ad ostacolare questo problema ci pensano due tool, molto simili tra loro. Il primo si chiama Slack ed è forse il meno conosciuto. Si tratta di un tool di messaggistica istantanea che permette di inviare tantissime tipologie di file, il tutto attraverso la creazione di canali privati. Volendo si possono anche attuare telefonate, tramite l’uso della tecnologia VoIp, o istituire gruppi di lavoro.
Più conosciuto è certamente Skype, che pone l’accento più sulle videochiamate che sulle chat istantanee. Molto utile anche per conversazioni al di fuori del contesto lavorativo.

LEGGI ANCHE: Come usare Telegram per fare business: tips utilissimi

Tool smart working: Mindmeister per il brainstorming

Se hai dei progetti in mente con cui discutere col tuo team ma vi trovate momentaneamente in smart working, ecco un software per poter fare brainstorming in contemporanea ma ognuno in casa sua. Parliamo di Mindmeister, un tool che permette di creare vere e proprie mappe concettuali, da condividere e realizzare in simultanea con colleghi e dipendenti. Dopo l’attuazione del progetto, è possibile anche conferire ad ogni dipendente un incarico, attraverso l’assegnazione di individuali task. Inoltre, si possono anche misurare tutti i progressi.

E tu? Quali tool stai usando per il tuo smart working?

You may also like

Commenti

Nessun commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *