storia di linkedin

Buon compleanno LinkedIn: l’evoluzione del social dal lontano 2003!

Buon compleanno LinkedIn! Il 5 Maggio 2021 il social compie ufficialmente 18 anni, e da quel 2003, possiamo dirlo, di strada ne ha fatta davvero tanta! Dopo un inizio in sordina, la storia di LinkedIn ci racconta di alti e bassi, con un traguardo di 10 milioni di utenti attivi arrivato solo nel 2007. Da quel giorno, LinkedIn è decisamente cambiato, e ha cominciato a strizzare l’occhio verso funzionalità più tipiche di altre piattaforme. Pensiamo, ad esempio, all’introduzione delle Storie, dei post, dei sondaggi e così via. Insomma, un’evoluzione ampia e non poco marginale, che ha reso LinkedIn il social più usato in tutto il mondo per trovare lavoro.

LEGGI ANCHE: Buon compleanno Instagram! Excursus per capire come è cambiata l’app in questi 10 anni

Storia di LinkedIn: le origini, il successo che non arriva

Per chi non lo sapesse, LinkedIn è forse il network più vecchio che esista tra quelli in circolazione. Lanciato prima di Facebook, la piattaforma ha iniziato la sua fase di progettazione nel lontano 2002 per poi esordire un anno dopo. L’idea la si deve al visionario imprenditore Reid Hoffman, che desiderava mettere in contatto in modo immediato aziende e persone in cerca di lavoro. L’uomo non aveva una formazione legata al business, ma nonostante questo, il suo CV deteneva comunque collaborazioni importanti come un master in Apple e un’esperienza da socio fondatore in Paypal.
Nonostante il lancio, LinkedIn fatica ad ingranare. All’inizio, infatti, contava solo 4000 iscritti. Il cambio di passo avvenne solo nel 2004 e in modo definitivo nel 2007.

La svolta del social dal 2007

Nel 2004 vengono aggiunte su LinkedIn diverse funzionalità come la possibilità di invitare colleghi e amici nella piattaforma e la creazione dei Gruppi. Nel 2005 vengono presentati i Servizi Premium ma è solo nel 2006/2007 che si ha la svolta vera e propria. Con diverse altre funzionalità, si raggiunge il primo milione di iscritti sul social e in contemporanea vengono lanciate nuove versioni della piattaforma in inglese, francese e italiano.
Nel 2010, gli iscritti diventano 90 milioni e vengono aperti uffici aziendali dislocati in diverse parti del mondo. Nello stesso anno, l’azienda entra ufficialmente in Borsa e inizia a contare oltre 1000 dipendenti mondiali.

LEGGI ANCHE: Cos’è LinkedIn Pulse, come funziona, come si usa

Storia di LinkedIn fino ad oggi

Nel secondo decennio del 2000, LinkedIn cambia interfaccia, il layout del portale viene semplificato e vengono aggiunte ulteriori funzionalità. Ma è nel 2016 che si ha una svolta inaspettata: l’azienda Microsoft decide di acquistare la piattaforma per 26 miliardi di dollari. Dunque, Hoffman (il fondatore) inizia a lavorare a stretto contatto con Bill Gates. Ad oggi, il social continua a crescere e ad arricchirsi sempre più di nuove caratteristiche. Pensiamo, ad esempio, all’introduzione recente delle Storie, molto molto simili a quelle di Instagram, o alla possibilità di avviare una riunione istantanea in Messaggistica. Il tutto grazie all’integrazione di LinkedIn con Zoom, Teams e BlueJeans. Insomma, come vedi, LinkedIn rappresenta ancora oggi l’emblema del social che cambia, senza mai però perdere la sua funzione principale: agevolare la ricerca del lavoro ed il contatto tra recruiter e candidati.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Blog

Articoli interessanti