Recent News

Read the latest news and stories.

differenza tra categorie e tag del blog differenza tra categorie e tag del blog

Differenza tra categorie e tag del blog: qual è?

Esiste una sostanziale differenza tra categorie e tag del blog. Sebbene per i meno esperti possano apparire due concetti molto simili, ci sono alcune sottigliezze da tenere in considerazione per la creazione di un blog SEO-Oriented e più appetibile per Google.
Se sei approdato fin qui vuol dire che molto probabilmente non conosci o comunque vorresti approfondire qual è la differenza tra categorie e tag del blog. Ebbene, qui sotto ti daremo informazioni e consigli in merito.

LEGGI ANCHE: Come scrivere una headline per un titolo super persuasivo

Differenza tra categorie e tag del blog: cosa sono le categorie?

Per categorie si intendono i macro argomenti con cui il tuo blog è suddiviso. Sono delle sorta di spazi che poi si andranno a riempire con la pubblicazione di annessi articoli. Per capirci meglio, immagina di avere un blog di bellezza: in questo caso, le categorie potrebbero essere:

  • Cura del corpo;
  • Del viso;
  • Cura della pelle;
  • Cura delle mani

Come vedi, parliamo di tante sezioni a cui poi andranno assegnati nel corso del tempo i vari articoli. Le categorie hanno dalla loro il vantaggio di poter ordinare il blog a seconda degli argomenti, per una strutturazione più pragmatica e facilmente navigabile per l’utente. Con le categorie, infatti, chi ti visita può subito rintracciare l’articolo che sta cercando senza spulciare ogni contenuto che hai scritto e postato in precedenza.

Differenza tra categorie e tag del blog: cosa sono i tag?

Arriviamo ora ai tag. Per tag si intende una sorta di etichetta che viene assegnata ad ogni articolo. Questa ha il compito di raggruppare i contenuti non per categorie ma bensì per concetti e parole chiave affini. Ritornando al nostro blog di bellezza, i tag in questo caso potrebbero essere;

  • Prodotti;
  • Dermatite;
  • Cellulite;
  • Manicure

Per ogni categoria, abbiamo inserito un tag che racconta altri micro concetti di una categoria. È molto probabile, infatti, che nella sezione corpo del tuo blog tu possa parlare di vari prodotti annessi. O che nella sezione cura del viso, tu racconti delle varie tipologie di dermatite di cui si può soffrire e via discorrendo. Ovviamente i tag non vanno mai inseriti a casaccio ma con criterio: assicurati sempre di inserire tag di cui sai di poter parlare più volte, in modo tale da non riempire il tuo blog di tag praticamente inutili e fini a se stessi anche lato SEO.

Come scegliere le categorie di un blog?

Solitamente le categorie di un blog vengono decise a monte, ancor prima che il portale sia stato implementato. I consigli che ci sentiamo di darti in questo caso sono:

  • Scegli categorie che sai di poter riempire: una categoria vuota non ha alcun senso né per Google, né per il tuo portale. Assicurati di scegliere una sezione di cui sai di poter parlare, se non frequentemente almeno sporadicamente;
  • Valuta cosa fanno i competitor e poi decidi: dare un’occhiata ai competitor aiuta a non commettere gli stessi errori. Spulcia blog affini al tuo e solo dopo scegli come strutturare il tuo portale;
  • Ottimizza le categorie: anche le categorie possono disporre di meta-tag, cioè Title e Description. Per farlo, basta solo cliccare su Pagina del menù di WordPress e inserirle.

LEGGI ANCHE: Come gestire i commenti sul blog per non apparire scontrosi o poco professionali

Differenza tra categorie e tag del blog: come scegliere i tag

Per quanto riguarda i tag, ti abbiamo già anticipato che non serve inserirne a casaccio. Può capitare, infatti, di inserire per un articolo oltre 10 tag del tutto inutili. Ebbene, ciò significa che per ogni tag, tu hai generato una pagina vuota e del tutto priva di significato per Google. Pertanto, abbi cura di scegliere solo tag di cui sai di poter parlare altre volte e per altri argomenti. In questo modo, fornirai a Big G un blog ordinato, ed anche le tue visite probabilmente aumenteranno.

You may also like

Comments

No Comments

    Leave a comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.